Il sito del Gruppo Sportivo Marconi di Cassola
Affiliato FIDAL cod.VI632 - Centro Avviamento allo Sport CONI cod.WVIA0293

H O M E
C H I    S I A M O
L E    N O T I Z I E
C L U B    A M I C I
Meeting Atletica & Simpatia
Giocatletica e Campestre a staffetta
l'archivio delle news
risultati & statistiche
l'album delle fotografie

29.07.2013
Campionati assoluti di Milano, il botto Ŕ di Beatrice: oltre il muro dei 6 metri e sesto posto in finale
Laura, velocitÓ attesa, lungo amaro. Chiara, debutto sereno tra i "grandi"
Inesauribile Laura Bordignon, argento nel disco

In una Milano infuocata e afosa, il 27 e 28 luglio, la zampata a sorpresa, che meraviglia il pubblico dell'Arena Gianni Brera, Ŕ di Beatrice Fiorese. La nostra azzurrina sulla pedana del lungo non si dimostra per nulla intimorita: lascia col fiato sospeso infilando due nulli ma al terzo salto, con grande freddezza, assesta il botto da 6,03, misurona per un'Allieva e qualificazione per i salti di finale. Nei quali conferma la super giornata planando a 5,99 e a 5,93: ovvero per tre volte ha violato il suo precedente limite. Molto bene per l'atleta al primo anno Allieve, che ha inseguito per mesi il minimo per Donetsk a 5,90 e che a Milano ha dimostrato di averlo nelle gambe ampiamente. Alla fine Ŕ sesta, ad appena nove centimetri dal bronzo!

Non torna contenta invece Laura Strati da Milano. I metri 100, il sabato, l'hanno soddisfatta: 11"95 (solo 1 centesimo dal PB, nonostante la calura africana e l'umiditÓ alle stelle) e nono tempo delle batterie, quindi finale mancata di poco ma si sapeva che non era obiettivo facile: una conferma comunque di un'annata impegnata soprattutto nel migliorare lo sprint ed ennesimo crono sotto i 12". Domenica invece nel lungo apre con un buon 5,90 ma poi non si migliora e al terzo tentativo bisticcia con la rincorsa e fa nullo. Fa forse un pensierino alla finale, per cercare di recuperare la gara, ma rimane esclusa dai salti conclusivi per un centimetro (il 5,91 della Guerreschi)! Grande amarezza.

Sprizza invece serenitÓ Chiara Carlesso. La Junior il sabato pomeriggio dalla gabbia del martello lancia sui 46 metri, a 45,96. Buoni i "giri", un po' meno sprintosa l'uscita dell'attrezzo. Non Ŕ finale, cosa ampiamente prevista: il debutto agli assoluti Ŕ stata comunque un'avventura importante che avrÓ dei seguiti!

Complimenti infine per la nostra coach Laura Bordignon (atleta della Fiamme Azzurre), argento nel disco: l'ennesima medaglia di una carriera infinita.

Foto: lo stacco di Bea al quarto salto, l'arrivo di Laura nella batteria dei 100, Chiara in una foto d'archivio.

la home page
chi siamo (e dove)
notizie & articoli
il club degli amici